fbpx

Un ministro per 180 lavoratori

Dopo la protesta, di ieri notte, dei circa 180 lavoratori coinvolti nella chiusura dello stabilimento #Pernigotti di Novi Ligure, il ministro del lavoro e dello sviluppo economico Luigi Di Maio ha annunciato l’apertura di un tavolo di crisi per il prossimo 15 Novembre, dove insieme all’azienda e ai sindacati, si discuterà della situazione produttiva e occupazionale.

La Pernigotti, nota azienda italiana che dal 1860 è marchio indiscusso di tradizione, qualità e italianità, dal 2013 è di proprietà di una famiglia Turca Toksoz, i quali fin da subito si sono adoperati per cercare una soluzione alternativa sempre sul territorio nazionale, al fine di salvaguardare quelli che sono i caratteri distintivi dei prodotti Made in Italy.

In effetti al momento, il gruppo turco, è in trattativa con note aziende leader nell’industria dolciaria italiana, per accordare un’assegnazione della produzione e un eventuale ricollocamento per i lavoratori a rischio. 

Il pericolo di delocalizzazione dunque è da scartare, dietro questa incresciosa decisione, certamente ci saranno motivazioni di carattere prettamente economico e produttivo.

L’intervento del Ministro sarà, ad ogni modo, catalizzatore di un qualche sviluppo, si spera anche risolutivo.

Contact Us