fbpx

E’ in arrivo il ddl “Legge spazza corrotti”

Sta per arrivare il ddl “Legge spazza corrotti” a firma del ministro Alfonso Bonafede, che sarà discusso nei prossimi giorni alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
La corruzione dilagante, sembra un male fortemente e indissolubilmente radicato nella cultura italiana, ma andiamo a vedere le disposizioni che il governo del cambiamento intende adottare per arginare la principale causa dell’inefficienza e dello spreco del bel Paese.
Dalle prime indiscrezioni, l’asso nella manica dello spazza corrotti  è l’utilizzo degli agenti delle forze dell’ordine come infiltrati con l’obiettivo di cogliere i topi in trappola nel tentativo di rubare il formaggio. Il vice premier Di Maio li definisce dei “moderni Donnie Brasco”, pronti a cogliere in fallo corrotti e corruttibili.
Chi vorrà intascare una tangente dovrà pensarci molto bene prima di farlo, un agente infiltrato potrebbe essere in agguato!
I coraggiosi che, per avidità, decideranno di correre il rischio, potrebbero ricevere una bella sorpresa: il “Daspo ad aeternum per i corrotti”.
Che cos’è?
Oltre al suono delle parole che risulta piacevole da ascoltare, colui che verrà beccato con le mani nella marmellata verrà colpito con l’interdizione a vita dagli uffici pubblici oltreché dall’impossibilità di poter concludere qualsiasi contratto con la pubblica amministrazione. Un vero e proprio marchio a vita.
Un’altra disposizione molto importante prevede la reintroduzione della perseguibilità d’ufficio per alcune fattispecie di appropriazione indebita aggravata, al fine di non incorrere più nelle ipotesi di non perseguibilità d’ufficio di cui qualcuno si è avvantaggiato di recente.
Perciò corrotti e corrutibili fate attenzione e, soprattutto, rigate diritto perché lo Stato vi osserva!

Contact Us