Dopo estenuanti mezze frasi, cambi di direzione, ripensamenti ed indecisioni, finalmente qualcuno ha buttato sul piatto qualche parola più corposa.
Infatti, il nuovo ministro inglese Dominic Raab, intervistato in tv, ha affermato che la possibilità di una Brexit senza accordi è ancora possibile e pare anche ci si stia pensando seriamente.
Sarebbe un danno, per  l’UE, pari a 39 miliardi, mentre per il Regno Unito si tratterebbe di una spesa di 3 miliardi di sterline ma pare che il governo avesse già previsto e preventivato– nell’ultimo bilancio – di stanziare tale cifra.
Quindi, la possibilità di una rottura definitiva e tutt’altro che amichevole, non è poi così remota come pensavamo fino a qualche tempo fa.
Il ministro Raab si è detto poi amareggiato soprattutto dal comportamento europeo che, tramite la Commissione europea, ha sottilmente minacciato i diritti di tutti gli inglesi residenti negli altri Paesi d’Europa e degli Europei nel Regno Unito, Dominic Raab ribatte che suggerire atti che creino incertezza è solamente irresponsabile da parte della Commissione Europea.
Questi continui battibecchi stanno, ovviamente, incrinando il Regno Unito che secondo recenti sondaggi si trova diviso fra chi ora vorrebbe rimanere in Europa e chi invece vorrebbe adottare una linea ancora più dura ed estrema contro migranti e islamismo.
Di sicuro, con questo Regno Unito così volubile, non ci sarà da annoiarsi, non trovate?

Contact Us