fbpx

Alto tasso di assenteismo parlamentare

Si è parlato, di recente, del tasso di assenteismo del deputato Andrea Mura, appartenente al Movimento 5 Stelle, uguale al 96,36% ma non si parla – come capita spesso – di tutti gli altri personaggi politici, più o meno famosi, che hanno seguito lo stesso esempio.
Partiamo dal presupposto che le critiche mosse contro Mura sono state sin da subito accolte dal Movimento 5 stelle che ha bollato il parlamentare come “irresponsabile e menefreghista” nei confronti degli italiani e lo ha espulso.
Cosa possiamo dire, invece, di personaggi come Michela Brambilla (Forza Italia) con il tasso del 99,55%, Piero Fassino con il 92,27%, Giorgia Meloni (Fratelli d’ Italia) con l’ 85,45% di assenze?
E cosa possiamo dire per i senatori – spesso a vita – come Mario Monti che risultano nella top ten dei più assenteisti?
Con questo mio post non voglio difendere nessuno, fra gli assenteisti sono presenti anche appartenenti al M5S, è innegabile.
Come dico anche nel mio libro, l’ assenteismo è un male, perché se non siamo i primi a presentarci e ad interessarci di politica non potremo mai veicolare il cambiamento; ciò su cui voglio soffermarmi però è l’ ipocrisia di alcuni gruppi politici che si lanciano su di una notizia senza badare al fatto che loro stessi hanno commesso esattamente lo stesso atto che magari stanno biasimando.
Forse, se la politica tornasse ad essere ciò che era un tempo – un compito nobile e atto ad aiutare la società – non passeremmo il tempo a battibeccare fra di noi, ma potremmo finalmente attuare il cambiamento che questo Paese merita!

Contact Us